Novità Editoriali per Lucca 4/5: The Final Girl

Finora ci siamo concentrati sui giochi per due, ora è giusto cominciare ad allargare con due giochi dedicati a gruppi più numerosi.

Siccome il fantasy quest’anno viene ampiamente esplorato da grandi nomi di prestigio ci è sembrato più giusto concentrarci su altri temi cari agli italiani.

E nella patria di Dario Argento, Mario e Lamberto Bava, Lucio Fulci (e dei più recenti Zampiglione e Manetti Bros.) non potevamo non dedicare un’uscita al genere horror.
Ecco quindi, tradotto per l’Italia:

The Final Girl di Bret Gillan

Un gioco a tema horror slasher, facilissimo da imparare, veloce da preparare e che vi permette di creare storie che durano esattamente quanto i film a cui fa riferimento (ossia un paio d’ore al massimo).

Permette di creare storie dove un gruppo di persone vengono uccise, una a una, da un assassino o un mostro e dove alla fine rimane un solo sopravvissuto che si scontrerà nel finale con la creatura maligna. Ma a differenza dei film, canonici e scontati, dove finisce per salvarsi sempre solo la “Final Girl” qui saranno i giocatori a poter scegliere e indirizzare la storia verso i loro personaggi preferiti.

è pensato per essere giocato da 3 ai 6 giocatori, ma presenta regole particolari che permettono di giocare efficacemente anche con numeri superiori (fino a 10, volendo).

Grazie alla sua semplicità, alla estrema flessibilità nel numero di giocatori e al tema accattivane il manuale è perfetto per introdurre nuove persone al gioco di ruolo (volendo anche molto giovani, chi si ricorda la puntata “Puffi color Viola” 24mo episodio della prima stagione del famoso cartone animato?), per essere un ottimo intrattenimento per le serate di pioggia (specialmente se state in una villa in Svizzera per vacanza) o per tappare il buco durante una campagna di gioco quando uno dei giocatori vi “pacca” all’ultimo.

Per essere giocato necessita solo di un mazzo di carte da poker, qualche foglietto di carta e una matita.

Noi Coyoti lo presentiamo con una nuove veste editoriale, un A5 di 36 pagine, con un testo più chiaro e preciso dell’originale e con dei bellissimi disegni a tema creati da Stefano “Studentesso” Valentini.
Il tutto al pezzo accessibilissimo di 9.90 €.

Che aspettate quindi? Non avrete mica paura a comprarlo? ;-)